Case da sogno

Una colorata casa per le vacanze al mare

Pin
Send
Share
Send
Send


Una colorata casa per le vacanze al mare

Frederic Vasseur

Situata sulla costa pugliese italiana, questa villa costruita negli anni '70 è stata radicalmente ristrutturata dall'architetto napoletano Giuliano dell'Uva. Oggi è un lussuoso rifugio per vacanze di lusso con purezza.

Questa casa vacanza italiana è piena di vigore ed è stata rinnovata in un arredamento moderno e soleggiato. In omaggio al sole e al mare, il giallo e il blu sono messi sotto i riflettori e danno invece allegria e calore. Discovery.

Un po 'di paradiso in Italia

Questa villa è così luminosa e aperta che sembra traboccare sul paesaggio marino. Tutto predispone, le ampie baie, le terrazze, il giardino su diversi livelli e l'orizzonte cinematografico del Mar Ionio. Blu, immensamente blu. Alcuni giorni "il paesaggio sembra una cartolina", Angelina Latorraca si entusiasma. Per il proprietario, questa casa è prima di tutto una storia di famiglia. Un angolo di paradiso con una spiaggia privata sotto la quale vivono bambini, nipoti, zii e cugini tra Milano e Londra. La coppia vive a Taranto, Angelina condivide la settimana tra l'attività del suo studio notarile e La Ventura, una vicina azienda olivicola dove, da dieci anni, si è impegnata a produrre un olio biologico al 100%.

Pausa al sole sulle poltrone Kettal e sui tessuti Libreria giallo o blu Zigo, 1970.

Frederic Vasseur

Frederic Vasseur

La scelta di una località di villeggiatura sul lungomare si è trasferita a Marina di Pulsano dove ancora si annidano incantevoli aree naturali tra sabbia e roccia. La coppia ha notato i risultati raggiunti da Giuliano dell'Uva a Milano, Napoli e Capri. Il loro desiderio di portare nella proprietà un tocco mediterraneo più contemporaneo corrispondeva allo spirito dell'architetto.

Design contemporaneo per questa villa italiana

La carta bianca è stata consegnata all'architetto. È stato necessario rinnovare la casa costruita negli anni '70 offrendo più leggerezza e un certo radicalismo modernista senza cancellare il suo carattere originale. Intervenne anche l'architetto paesaggista romano Antonella Sartogo, sfruttando la pendenza del terreno per creare diverse isole con vegetazione di macchia mediterranea adattata al vento e alla siccità del mare.

L'aperitivo servito sulle tavole di Giuliano e le piastrelle in ceramica di Gio Ponti. Moquette, Kettal, Paola Navone poltrona in rete per Emu e intrecciata, Paola Navone per Gervasoni.

Frederic Vasseur

Terrazza nel giardino disegnata da Antonella Sartogo.

Frederic Vasseur

Un interno luminoso e lussuoso per questa casa vacanza

All'interno, la villa ha poco a che fare con il suo piano originale. Da qui il bianco che sovrasta e calma lo spazio. Da dove il pavimento in resina grigia sale sul muro per creare un ritmo inaspettato. Da qui il nuovo ordine di visione dinamica portato dal gioco grafico.

Cos'altro potrebbe essere concettuale e freddo qui è vivo e sensuale. Da qui il colore primario dei tessuti e dei loro modelli, l'uso del monocromo, un altro modo per accentuare l'unità ottica e ricostruire la percezione dei luoghi.

Frederic Vasseur

Nella spaziosa e conviviale sala, tutto ruota attorno al camino striato di linee grigie come un'ombra proveniente dall'esterno: due morbidi sofà Peg in lana disegnati da Nendo per Cappellini, Dot rug (Hay), Soft Spun Large applique da parete Sebastian Wrong (Flos) e palle pouf Tato e Tatino (Baleri Italia). In basso a destra, nella sala da pranzo, sedie bianche Baleri Italia. Sulla sinistra, la porta aperta sul guardaroba degli amici suggerisce un gioco grafico pittorico di linee bianche e nere.

Frederic Vasseur

Sedili vintage imbottiti in tessuto Fuochi (Livio de Simone), fiori da tavolo di Roberto Lazzeroni (Lema).

Frederic Vasseur

Il divano in lino bianco di Martin Margiela per Cerruti Baleri, il tavolino da caffè (Lema) e il lampadario di Rody Grausmans per Droog Design affermano lo spirito della vacanza.

Frederic Vasseur

Lavabo giallo, design Nic e tessuto a scacchi rombi Taranto, impiallacciato sotto vetro.

Frederic Vasseur

Nelle stanze rinnovate, disegno geometrico a colori sulle ante degli armadi a cui si aggiungeva il ferro da stiro.

Frederic Vasseur

Frederic Vasseur

Possiamo pensare all'opera unica dell'artista Felice Varini, anche a Gio Ponti e al suo mitico hotel Parco dei Principi a Sorrento. Angelina non aveva una grande conoscenza del design contemporaneo, ma fin dall'inizio del lavoro ha formato l'occhio al Salone del Mobile di Milano.

Accompagnata dall'architetto, ha selezionato Paola Navone, Nendo, Antonino Sciortino ... I tessuti di Livio de Simone sono gli altri dominanti del luogo. Questa stilista ha vestito negli anni '70 il jet-set della costiera amalfitana a Milano.

.

Frederic Vasseur

Vestito in legno dipinto in giallo limone, Sikkens e Mirois, Hay.

Frederic Vasseur

Oggi Giuliano dell'Uva, direttore artistico dell'omonimo marchio, ha trasformato le stampe degli anni Settanta nell'universo decorativo e lo ha arricchito con una nuova collezione. Simbolo del mare e del sole, i tessuti si fondono tra l'esterno e l'interno nel suo insieme e questo è ciò che piace alla padrona di casa.

Lontano dagli strass che anima la Riviera italiana in alcuni luoghi, la villa gioca un delicato equilibrio tra modernità e convivialità. E adottare una vita semplice che appartiene solo a lei.

Sotto la fotografia di Luciano Romano, lampada Martinelli Luce e sedile vintage acquistati a Napoli, vestiti in tessuto Spina, disegnato da Guiliano.

Frederic Vasseur

Video: Mi chiamo Bianca 2 - La prima vacanza al mare - Giochi per bambini (Luglio 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send