Case da sogno

Prima / dopo: un 33 m2 completamente ottimizzato

Pin
Send
Share
Send
Send


Prima / dopo: un 33 m2 completamente ottimizzato

Joanna Zielinska

Situato al 6 ° e ultimo piano di un edificio degli anni '70, questo piccolo appartamento nel 10 ° arrondissement di Parigi è stato completamente distrutto e ricostruito. L'architetto Charlotte Soissons Lenormand e la decoratrice Valérie Laporte-Volatier, dell'agenzia Walls have Ears, hanno riorganizzato lo spazio di 33 m2, per conservare solo il meglio.

Si tratta di un piccolo appartamento ristrutturato in un'area equivalente, ma la cui distribuzione è stata completamente ridisegnata dall'architetto Charlotte Soissons Lenormand e dalla decoratrice Valerie Laporte-Volatier, agenzia che i Walls hanno Orecchie. Questo studio parigino, pied-à-terre di un professionista che vive a Marsiglia, si offre una seconda vita, piena di spazio e allegria.

Il progetto di ristrutturazione in breve

l'idea : ristrutturare lo spazio di 33 m2 per renderlo più funzionale per una donna di Marsiglia che lavora a Parigi.

La superficie : 33 m2.

Il posto : Nel 10 ° arrondissement di Parigi.

La durata del lavoro : 2 mesi e mezzo.

Il costo del lavoro : 30 000 euro HT.

Costruzione di una vera e propria zona notte in un 33 m2

Dovendo vivere in questo appartamento per la maggior parte della settimana, il proprietario, originario di Marsiglia, voleva uno spazio confortevole. Era così ovvio avere una zona notte isolata dal resto della stanza principale, in modo da poter dissociare il riposo e il lavoro dalla vita di tutti i giorni.

Vedi anche> Partizioni o separazioni: una stanza, due spazi

Stanza da vivere prima del lavoro

I muri hanno orecchie

Stanza da vivere dopo il lavoro

Joanna Zielinska

L'architetto e il decoratore hanno scelto di costruire una partizione per lasciare spazio a un letto dietro. Per evitare di oscurare lo spazio, che era la grande paura del proprietario, i due professionisti decisero di posizionare una tettoia per officina. Anche molto desiderato dal cliente, questo baldacchino permette di lasciare la luce naturale dal soggiorno, alla zona notte.

Joanna Zielinska

Per non ingombrare lo spazio sul pavimento o sul muro, con mobili o scaffali incorporati, l'architetto e il decoratore hanno avuto l'idea di creare nicchie. Una nicchia che dà l'impressione di avere un comodino integrato nel muro, dove verrebbero gli elementi della zona notte. Funzionale, questa soluzione evita anche di sovraccaricare la stanza.

Una cucina sistemata in due profondità per ottimizzare lo spazio

Dopo diverse versioni proposte e molte discussioni con il proprietario, è stato scelto il piano corrente. La vecchia cucina è stata completamente distrutta per lasciare spazio a una cucina completamente aperta. È stata preferita una costruzione a diversi livelli e il minimo cm2 è stato ottimizzato. Il frigorifero è nascosto nell'angolo per lasciare libero il passaggio e quindi accentuare questo volume ampio e luminoso.

Da leggere anche> Per organizzare una cucina aperta, in lunghezza, piccola ...

L'area cucina prima del lavoro

I muri hanno orecchie

La cucina dopo il lavoro

Joanna Zielinska

Se è stato costruito in due profondità, è a causa delle colonne tecniche dietro il muro. Un vincolo tecnico sul quale i due professionisti hanno giocato, per offrire uno spazio estetico e pratico. Per superare questo limite, le nicchie, dipinte con un Chappell Green di Farrowand Ball, hanno trovato il loro posto nell'area della cucina. Questo dà un tocco di eleganza a questo arredamento bianco immacolato nel mezzo dei mobili da cucina Ikea.

Joanna Zielinska

Sopra la cucina, oltre al bagno, è stato installato un controsoffitto. Ciò ha permesso di integrare spot, per un'illuminazione intensa e discreta. L'architetto e il decoratore hanno usato la vecchia trave, dove è stata tagliata la partizione, per costruire più facilmente il controsoffitto.

Un appartamento con arredamento neutro e pep alla volta

La voce è stata rimossa per aprire direttamente sul soggiorno. Essendo lo studio un pied-à-terre, il cliente voleva "il minimo indispensabile" in termini di arredamento. Inoltre, non voleva essere ingombra di oggetti troppo voluminosi. Non voleva avere un grande tavolo da pranzo per accogliere gli ospiti. Ecco perché si è trovata un tavolino con due sedie in formica in un piccolo negozio nell'angolo, che trova il loro posto nel soggiorno.

Joanna Zielinska

Il padrone di casa voleva un appartamento di colore chiaro per accentuare la luce esterna. Ma, paradossalmente, le piacevano anche i modelli di tendenza e i colori dei pep. Ha una vera passione per questo sfondo Sanderson con motivi floreali e colorati. Sfondo totalmente convalidato dal team. In effetti, questa ristrutturazione è stata uno scambio continuo tra il professionista e il cliente. Le idee selezionate sono un vero mix tra le idee del proprietario, del decoratore e dell'architetto.

Lato decorativo, è chiaro e mobili contemporanei che ha avuto luogo nell'appartamento. La tavola da parquet a scacchi anni '70 è stata sostituita da una tavola laminata in rovere chiaro. Per il resto, l'obiettivo era giocare su tonalità sobrie e fresche, aggiungendo piccoli tocchi di colore, in linea con la carta da parati. Come per esempio questo divano grigio, con gambe in legno chiaro, La Redoute Interiors, sul quale vengono a lustrare cuscini Maisons du Monde, modelli e colori di tendenza.

Stanza da vivere prima del lavoro

I muri hanno orecchie

Stanza da vivere dopo il lavoro

Joanna Zielinska

Joanna Zielinska

Un bagno completamente ridisegnato

Uscire dalla vasca da bagno, che occupava troppo spazio, il proprietario preferiva farsi la doccia nel suo appartamento, per la sua comodità. Al fine di ottimizzare ulteriormente lo spazio, è stata rimossa la partizione dei singoli servizi igienici. I servizi igienici sono stati integrati nel bagno, più spazioso.

WC con opere

I muri hanno orecchie

Bagno prima del lavoro

I muri hanno orecchie

Bagno dopo il lavoro

Joanna Zielinska

All'interno, i mobili laccati bianchi Ikea si fondono con l'arredamento. L'ampliamento del bagno ha permesso di integrare la lavatrice e di farla scorrere sotto il lavabo. Per evitare di perdere questo spazio, l'architetto e il decoratore hanno privilegiato un cancello divisorio, tra la cucina e il bagno. Ciò ha reso possibile l'installazione di un portasciugamani dietro la porta, accanto al bagno.

Joanna Zielinska

Per quanto riguarda piastrellatura e credenza, il proprietario aveva accennato al suo immenso desiderio di avere piastrelle di cemento. Tiles di Mosaïc Del Sur poi prese posto sul pavimento, vicino a una credenza della metropolitana parigina di Leroy Merlin, sul muro.

Joanna Zielinska

Appartamento piano prima del lavoro

I muri hanno orecchie

Appartamento piano dopo il lavoro

I muri hanno orecchie

Trova più realizzazione dell'architetto Charlotte Soissons Lenormand e della decoratrice Valérie Laporte-Volatier, dell'agenzia les Murs hanno Orecchie, sul loro profilo Côté Maison Projets

Video: Fiocchi Nova Bior GFL PL2 - cartucce per la caccia alle quaglie (Luglio 2020).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send